Immagine non trovata

Per rispondere alle richieste delle imprese del settore turistico balneare di poter fruire di spazi più ampi a disposizione, per assicurare il rispetto delle misure anticontagio da Covid-19 e per contrastare la grave crisi economica che sta penalizzando il settore, la Regione ha introdotto misure specifiche per la stagione balneare estiva 2020.

In deroga alla normativa vigente e limitatamente alla durata della emergenza da pandemia, in via eccezionale e comunque per la sola annualità 2020, all'interno delle concessioni demaniali marittime nel settore turistico ricreativo, si può estendere la parte scoperta delle concessioni sino ad un massimo del 50% nella parte antistante o retrostante o sino ad un massimo del 25% su un solo lato. 

Dovranno comunque essere garantite le distanze e le fasce di rispetto dalla battigia, dalle dune e dalle zone umide.

La distanza libera tra due aree in concessione non potrà comunque essere inferiore a 25 metri.

E’ quindi consentito il rilascio di autorizzazioni temporanee, con scadenza che non superi il 31.7.2020, salvo ulteriore proroga dello stato di emergenza, all’estensione delle concessioni in essere sino ad un massimo del 50% nella parte antistante o retrostante o sino ad un massimo del 25% su un solo lato, e comunque non oltre il numero degli stalli originariamente disposti in favore dei soggetti già beneficiari della concessione.

L’estensione - che non costituisce variazione della concessione originaria e riguarda il semplice posizionamento di arredi di servizio o da spiaggia, quali lettini, ombrelloni, tavolini o sedie - è l'unico titolo da acquisire per l'occupazione dell'area. 

Secondo quanto previsto al punto 310 dell'allegato B delle attuali “Direttive in materia di Sportello Unico per le Attività Produttive e per l'Edilizia” (Delib.G.R. n. 49/19 del 5.12.2019), non è necessario presentare istanza al SUAPE.

Per informazioni: ufficio ambiente del Comune: 0789.770876 ambiente@palau.it
 

Ultimo aggiornamento

Mercoledi 05 Agosto 2020