emergenza coronavirus, pubblicato il decreto-legge n.33/2020, in vigore dal 18 maggio al 31 luglio

Firmato anche il DPCM 17 maggio 2020, con le norme attuative e le nuove misure per la Fase 2, efficaci fino al 14 giugno

Data:
02 Aprile 2020
Immagine non trovata

Da lunedì 18 maggio ci si sposta liberamente, all'interno della propria regione, senza più nessuna limitazione.

Stop, quindi, alle autocertificazioni per giustificare le ragioni dello spostamento. 

Resta il divieto di uscire di casa per chi è positivo al virus, per chi è in quarantena e per chi ha sintomi riconducibili al Covid-19

Ancora vietato creare assembramenti di persone in luoghi pubblici. 

In questa fase occorre sempre rispettare la distanza di un metro ed è raccomandato di portare con sé la mascherina, che va indossata obbligatoriamente in alcuni specifici luoghi. 

Fino al 2 giugno gli spostamenti tra regioni sono possibili solo per motivi di lavoro, salute e urgenza. 

Dal 3 giugno, oltre che su tutto il territorio italiano, sarà possibile viaggiare all’interno degli Stati dell’Unione europea, senza obbligo di quarantena per chi arriva in Italia.

Le singole Regioni avranno la possibilità di decidere se ampliare o restringere le misure, in base alle valutazioni sui dati epidemiologici dei territori.