emergenza Coronavirus: accesso agli uffici comunali solo su appuntamento

Dal 10 marzo al 3 aprile 2020, in vigore le misure previste dal governo. Il nuovo modulo di autocertificazione per gli spostamenti, aggiornato al 26/03/2020

Data:
05 Marzo 2020
Immagine non trovata

Come previsto dai DPCM 4 marzo 2020, 8 marzo 2020, 9 marzo 2020, 11 marzo 2020, le regole mirano a contrastare e contenere la diffusione del virus COVID-19, garantendo il più possibile l'operatività del Comune.

Va evitato ogni spostamento all’interno dei territori, tranne per comprovate esigenze lavorative, di necessità o per motivi di salute.


Dal 10 marzo al 3 aprile, gli uffici e i servizi del Comune sono accessibili, per motivi indifferibili e urgenti, solo su appuntamento. La biblioteca resta, invece, chiusa come disposto dalla lettera L) dell'art. 1 del Dpcm dell'8 marzo 2020.


In caso di necessità e per ogni informazione, si invita a telefonare o ad inviare una e.mail direttamente agli uffici.

Il servizio protocollo è assicurato esclusivamente via pec, all’indirizzo protocollo@pec.palau.it.
Per particolari esigenze ed informazioni, contattare il numero 0789.770801 (automatico) oppure 0789.770804 (operatore)


 

Autodichiarazione coronavirus: nuovo modulo per gli spostamenti (26 marzo 2020)

ll nuovo modello riporta le novità introdotte dal Decreto-Legge 19/2020, in vigore dal 26 marzo 2020.

Rispetto alla versione del 23 marzo 2020, il nuovo modulo contiene righe inerenti le motivazioni specifiche che giustificano lo spostamento, se sono in vigore disposizioni regionali particolari.

Occorre dichiarare di essere a conoscenza delle sanzioni previste dall’art. 4 del decreto legge 19/2020, cioè multe (sanzioni amministrative) da 400 a 3.000 euro e pene ancor più severe (penali, con arresto da 3 a 18 mesi ed ammenda da 500 a 5.000 euro) per chi viola la quarantena in quanto positivo al virus.

Il modulo può essere stampato e compilato prima di uscire di casa, ma è possibile compilarlo anche al momento del controllo (fornito dalle Forze dell'Ordine).
L'autocertificazione è necessaria per qualsiasi sostamento, al di là del mezzo utilizzato: non sono ammessi moduli digitali. In caso non sia stampata o compilata preventivamente, sarà fornita al momento del controllo.