contributi agli inquilini morosi incolpevoli, anno 2019-2020: sempre aperto il bando

Sono destinatari dei contributi i titolari di contratti di locazione di unità immobiliare ad uso abitativo,  soggetti ad un atto di intimazione di sfratto per morosità incolpevole, con citazione in giudizio per la convalida.

Data:
20 Novembre 2019
Immagine non trovata

Per morosità incolpevole si intende la situazione di sopravvenuta impossibilità a provvedere al pagamento del canone di locazione in ragione della perdita o consistente riduzione della capacità reddituale del nucleo familiare.

Il richiedente, al momento della presentazione della domanda deve:
- avere un reddito I.S.E. non superiore ad euro 35.000,00 o un reddito derivante da regolare attività lavorativa con un valore I.S.E.E. non superiore ad euro 26.000,00;
- essere titolare di un contratto di locazione di unità immobiliare ad uso abitativo regolarmente registrato (sono esclusi gli immobili appartenenti alle categorie catastali A1, A8 e A9) e risiedere nell'alloggio oggetto della procedura di rilascio da almeno un anno;
- avere cittadinanza italiana, di un Paese dell’UE, ovvero, nei casi di cittadini non appartenenti all’UE, possedere un regolare titolo di soggiorno.

I soggetti interessati devono presentare la domanda all’Ufficio Protocollo.

Allegati

bando.pdf
(112.25 KB)
Privacy.pdf
(86.79 KB)

Ultimo aggiornamento

Martedi 22 Settembre 2020