Regione Autonoma della Sardegna

Legge n. 13/1989, superamento ed eliminazione barriere architettoniche negli edifici privati: domande di concessione contributo entro il prossimo 1° marzo

by ufficio comunicazione on

Scadranno Il 1° marzo 2019 i termini per la presentazione delle domande di concessione del contributo, a fondo perduto, per la realizzazione degli interventi finalizzati al superamento e all’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati già esistenti alla data di entrata in vigore della legge n.13/1989 (10 febbraio 1989).

Il contributo è ammissibile solo per gli immobili privati dove risiedono disabili con comprovato deficit nella deambulazione ed in tutte le limitazioni funzionali permanenti, compresa la cecità.

I cittadini che faranno richiesta del contributo al Comune dovranno inderogabilmente:
– essere in condizione di comprovata invalidità, con priorità per i portatori di handicap riconosciuti invalidi totali che abbiano difficoltà di deambulazione, certificata dalle competenti commissioni ATS/INPS;
– avere dimora effettiva, stabile ed abituale nell’alloggio in cui saranno eseguiti i lavori per l’abbattimento delle barriere;
– avere formale autorizzazione del proprietario dell’alloggio in cui sono necessari i lavori per l’abbattimento delle barriere, se il richiedente non è il proprietario;
– non aver già effettuato o iniziato l’esecuzione delle opere.

Ai sensi della legge 62/1989, che integra la legge 13/1989, il contributo può essere chiesto per interventi su edifici non privati se adibiti a Centri o Istituti Residenziali per l’assistenza ai disabili.

Le domande di ammissione al contributo, in bollo e compilate secondo lo schema predisposto dall’Assessorato Regionale ai LL.PP. dovranno essere indirizzate al Comune di Palau, piazza Popoli d’Europa, n. 1 – 07020 Palau (SS), a mezzo di raccomandata A/R, mediante Posta Certificata all’indirizzo: protocollo@pec.palau.it o mediante consegna a mano all’ufficio protocollo.

Le stesse, pena l’irricevibilità,
dovranno pervenire non oltre la data del 1° marzo 2019 (vale il timbro postale di spedizione, in caso di raccomandata A/R) e dovranno essere corredate dalla seguente documentazione:
• dichiarazione sostitutiva di notorietà;
• certificato medico attestante l’handicap del richiedente e/o beneficiario;
• certificato di invalidità rilasciato dall’ufficio medico provinciale, dalla Commissione Medica per l’invalidità di competenza, attestante l’invalidità totale e la difficoltà nella deambulazione;
• autorizzazione del proprietario dell’alloggio all’esecuzione dei lavori nel caso in cui richiedente e proprietario non siano la stessa persona;
• computo metrico estimativo o eventuale preventivo di spesa;
• Copia del decreto di nomina da parte del Tribunale, qualora il beneficiario sia sottoposto ad amministrazione di sostegno, tutela, curatela.

Non sono ammissibili al contributo:
– gli interventi in alloggi non esistenti prima dell’entrata in vigore della L.R. 13/1989;
– la realizzazione di nuovi alloggi;
– gli interventi in alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (es. AREA ex IACP);
– le opere eseguite prima della presentazione della domanda.
La concessione dei contributi è subordinata all’ammissione delle richieste da parte della Regione Sardegna

DOVE RIVOLGERSI:
• Ufficio Servizi Sociali (1° piano palazzo comunale)
– lunedì, dalle 10:30 alle 12:30
– martedì dalle 15:00 alle 17:00
– giovedì dalle 10:30 alle 12:30
Per informazioni contattare i numeri:
• 0789/770822 – 0789/770825

Avviso