Regione Autonoma della Sardegna

News

Scuola, contributi: borse di studio per spese scolastiche e fornitura gratuita o semigratuita di libri di testo. Scadenza il 19 febbraio 2018

by ufficio comunicazione on

Pubblicato l’avviso per borse di studio per spese scolastiche – a.s. 2016/2017 (l.r. 5/2015) e fornitura gratuita o semigratuita di libri di testo – a.s. 2017/2018 (art. 27 – l.448/1998). Scadenza ore 13:00 del 19/02/2018

Contributi per il diritto allo studio – avviso

Contributi per il diritto allo studio – modulo istanza

Contributi per il diritto allo studio – dichiarazione sostitutiva buono libri

La Compagnia teatrale dei Gianpancrazi di Palau di scena, sabato 16 dicembre, allo spazio Faber di Tempio Pausania

by ufficio comunicazione on

Sabato 16 dicembre, allo spazio Faber di Tempio Pausania, la cooperativa Maldimarem presenta due spettacoli frutto delle attività di formazione teatrale dei ragazzi e dei bambini di Tempio e Palau.

Dopo “Quadri”, scene teatrali rappresentate dalla Compagnia dei ragazzi di Tempio, alle 18,30 andrà in scena lo spettacolo “Gli Altri” della Compagnia dei Gianpancrazi di Palau, attiva da cinque anni ed ospitata nel teatro Montiggia.

Si tratta dell’ultima produzione della piccola compagnia teatrale, gruppo di teatro-studio, formata da ragazzi tra i 10 e i 23 anni.

Lo spettacolo, ambientato in un carcere, porta in scena storie che generano emozioni, con momenti esilaranti e toccanti. Le storie, interpretate con grande disinvoltura dai giovani attori, sono state oggetto di studio e di improvvisazione per 7 mesi di lavoro. La scelta del soggetto, così come i dialoghi, sono frutto del lavoro dei ragazzi, svolto in un clima di grande impegno.

“Gli altri” – Compagnia dei ragazzi di Palau
Di e con Iris Aresu, Siria Scarano, Matilde Federico, Matteo Atzei, Valentin Badoi e con Fernando Sottile, Bianca Sottile, Annaurora Culeddu, Aurora Nurra, Margherita Calzia. Collaborazione: Dines Thymosko, Ioana Stefan Regia Tiziana Usai

Teatro Montiggia: parte a gennaio la stagione di prosa CEDAC 2017/2018. Quattro appuntamenti in cartellone: sul palcoscenico i grandi nomi del panorama artistico nazionale. E per le scuole tre matinée a tema con il Teatro Ragazzi

by ufficio comunicazione on

La nuova stagione teatrale, che abbraccerà il periodo gennaio / aprile 2018, è stata approvata dal Commissario straordinario, che ha deliberato di finanziarla con 38mila euro.

E’ stata inoltre garantita, tra gennaio e marzo 2018, la prosecuzione della rassegna “Teatro ragazzi”, coerentemente con gli scopi di promozione e valorizzazione della cultura teatrale e dell’offerta formativa per le scuole del territorio, nell’ambito dell’orario scolastico.

Saranno 4 le rappresentazioni di prosa proposte, in esclusiva per la regione, dal Cedac Sardegna. Ad esse si aggiungono 3 matinée per gli studenti delle scuole elementari, medie e superiori.

Per gli spettacoli serali, il costo massimo del biglietto fissato dal Comune è di 15 euro, con formule di abbonamento per l’intero ciclo non superiori a 50 euro. Per le scuole non supererà i 4 euro.

Ecco il cartellone degli eventi programmati al teatro Montiggia:

STAGIONE DI PROSA

martedì 9 gennaio
Fiore di Cactus di Pierre Barillet e Jean- Pierre Grédy
con Benedicta Boccoli – Maximilian Nisi
regia Piergiorgio Piccoli e Aristide Genovese

giovedì 1 febbraio
L’avaro di Molière
con Alessandro Benvenuti
adattamento e regia Ugo Chiti

venerdì 2 marzo
Separazione di Tom Kempinski
con Marina Thovez e Mario Zucca
regia Marina Thovez

sabato 14 aprile
Alla faccia vostra!!! di Pierre Chesnot
con Gianfranco Jannuzzo – Debora Caprioglio – Antonella Piccolo
regia Patrick Rossi Gastaldi

_______________________

TEATRO RAGAZZI – MATINEE PER LE SCUOLE

venerdì 19 gennaio
Bianca come la neve
da Andersen
con Giulia Giglio e Federico Nonnis
(per materne e elementari)

martedì 20 febbraio
Nata dalla luna
di e con Virginia Viviano
(per le medie)

giovedì 15 marzo
Raptus
scritta e interpretata da Rossella Dassu
regia Alessandro Lay
(per le superiori)

Per info su biglietti e abbonamenti: www.cedacsardegna.it
locandina 1
depliant

Lavori pubblici, affidamento sostituzione (fornitura in opera) infissi esterni del centro di documentazione del territorio: aperta manifestazione d’interesse

by ufficio comunicazione on

Pubblicato all’albo pretorio l’avviso relativo all’affidamento della sostituzione (fornitura in opera) degli infissi esterni in alluminio nel centro di documentazione del territorio di Palau. Termine della presentazione per la manifestazione d’interesse: ore 13 del 18.12.2017

Mostra itinerante “Sardegna Foreste, i tesori di un’Isola”: presentazione candidature entro l’8 gennaio

by ufficio comunicazione on

Aperte le candidature, a soggetti pubblici e privati, per ottenere l’allestimento della mostra itinerante dell’Agenzia Forestas. Domanda entro l’8 gennaio 2018

Per informazioni:
– Sportello Ufficio per le Relazioni con il Pubblico: Odilia Caredda (tel. 070.2799299 – mail ocaredda@forestas.it)
– Responsabile del procedimento: Alberto Atzori (tel. 070.2799215 – mail albatzori@forestas.it)
– Responsabile Ufficio Comunicazione: Alessio Saba (tel. 070.2799325 – mail asaba@forestas.it)

Bonus studenti: la Regione Autonoma della Sardegna concede voucher di 400 euro per l’acquisto di tablet e notebook. Necessario ISEE non superiore a 20mila euro. Scadenza 30/09/2018

by ufficio comunicazione on

Bonus Studenti è un intervento dell’Assessorato della Pubblica Istruzione della Regione, attuato dal BIC Sardegna SpA.
Il progetto si rivolge agli studenti appartenenti a famiglie con reddito (certificato ISEE) non superiore a 20mila € che frequentano le scuole secondarie di 1° grado e il biennio del 2° grado.

Prevede la concessione agli studenti di un buono (voucher) del valore di 400 € per acquistare dispositivi quali tablet e notebook, per permettere la fruizione di progetti didattici innovativi negli Istituti scolastici della Sardegna e di superare il “digital divide”.

La domanda per ottenere il buono (voucher) potrà essere richiesta dai genitori o dai tutori degli studenti a partire dalle ore 10 dell’11 dicembre 2017 e fino alle ore 12 al 30 settembre 2018 esclusivamente per via telematica iscrivendosi al sito https://bonusstudenti.regione.sardegna.it

La domanda per il “Bonus Studenti” può essere presentata esclusivamente:
1. da un Richiedente, genitore o altro soggetto che abbia la tutela legale dello Studente beneficiario;
2. appartenente a un nucleo familiare:
a. residente in Sardegna;
b. con ISEE 2017 del nucleo familiare di appartenenza dello Studente non superiore al valore di € 20.000,00. L’ISEE deve essere VALIDO ALLA DATA DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA e calcolato secondo le modalità di cui alla normativa vigente e ai sensi dell’art. 7 del D.P.C.M. 159/2013 e circolare INPS n° 171 del 18 dicembre 2014 in quanto riferito a prestazioni agevolate rivolte a minorenni.
3. per ogni Studente che risulti:
a. iscritto nell’anno scolastico 2017/2018 o nell’anno scolastico 2018/2019 a corsi ordinari di studio presso scuole secondarie di 1° grado (classi Ia, IIa e IIIa) e secondarie di 2° grado (classi Ia e IIa, ovvero obbligo formativo), statali e paritarie aventi sede in Sardegna.
Si precisa che per “corsi ordinari di studio” si intendono quelli previsti dagli ordinamenti nazionali e regionali per le scuole secondarie di primo e secondo grado in relazione agli ordinamenti, alla durata complessiva e al monte ore annuo;
b. iscritto in un Istituto che utilizza o intende utilizzare dispositivi informatici con finalità didattica.

Il buono (voucher) può essere utilizzato solo nei punti vendita del Catalogo Regionale dei Fornitori di attrezzature informatiche (bonusstudenti.regione.sardegna.it)

Gli studenti beneficiari possono rivolgersi ai fornitori per ottenere, con la semplice esibizione del buono (voucher), il dispositivo scelto senza anticipo di denaro.

18app: sei del ’99? Per te 500 euro da spendere in cinema, concerti, libri, teatro e corsi di musica. Registrazione per il Bonus Cultura fino al 30 giugno 2018. Info per gli esercenti

by ufficio comunicazione on

E’ una iniziativa del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e della Presidenza del Consiglio dei Ministri dedicata a promuovere la cultura.
Il programma è destinato a chi compie 18 anni nel 2017.

Permette di ottenere 500 euro da spendere in cinema, musica, concerti, eventi culturali, libri, musei, monumenti e parchi, teatro e danza, corsi di musica, di teatro o di lingua straniera.

Alcuni esempi:
– abbonamento a Spotify
– acquisto di ebook, audiolibri, musica dalle piattaforme online (come laFeltrinelli.it o amazon.it)
– abbonamento alla stagione teatrale del CEDAC Sardegna
– esercenti abilitati (ecco dove)

C’è tempo fino al 30 giugno 2018 per registrarsi a 18app e fino al 31 dicembre 2018 per spendere il Bonus Cultura.

Come si spende il Bonus Cultura ?
si accede a 18app con la tua identità digitale (SPID): registrati e inizia a creare buoni fino a 500 euro.
Verifica il prezzo dei beni che vuoi acquistare e genera il buono. Potrai salvarlo sul tuo smartphone o stamparlo e utilizzarlo dagli esercenti fisici e online aderenti all’iniziativa.

Sei un esercente ?
Registrati o accedi a 18app: oltre 500.000 diciottenni hanno 500 euro da spendere in cultura.

18app

 

Povertà, parte il Reddito di Inclusione (REI): istruzioni Inps e modulo di domanda da presentare in Comune dal 1° dicembre 2017

by ufficio comunicazione on

Con circolare n.172/2017 del 22 novembre, l’Inps illustra la misura di contrasto alla povertà, introdotta dal D.Lgs. n. 147/2017, chiamata Reddito di inclusione (REI). Contestualmente, è disponibile il modulo di domanda da presentare in Comune o negli altri punti di accesso.

Il REI è riconosciuto se i richiedenti rientrano nei requisiti e aderiscono a un “Progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa finalizzato all’affrancamento dalla condizione di povertà”.

Il progetto è avviato dal Comune di residenza del richiedente. Deve essere sottoscritto dai componenti il nucleo familiare entro 20 giorni lavorativi dalla data in cui è stata effettuata l’analisi preliminare.

cos’è e a chi si rivolge
– l’assegno mensile, da € 187,50 (un solo componente) a € 485,41 (cinque componenti), cancella il SIA (sostegno all’inclusione attiva) e Asdi (assegno di disoccupazione)
– la domanda si presenta al Comune di residenza dal 1° dicembre 2017, compilando il modello fornito dall’Inps
– la misura si rivolge ai nuclei familiari in condizione di povertà e si articola in: beneficio economico erogato con carta elettronica “carta REI” e beneficio di servizi alla persona
– il REI è erogato al massimo per 18 mesi e può essere rinnovato per ulteriori 12 mesi solo dopo che siano trascorsi almeno 6 mesi dalla precedente fruizione
– da gennaio 2018, la DSU (dichiarazione sostitutiva unica) sarà precompilata con tutte le informazioni disponibili in anagrafe tributaria, catasto, archivi Inps e informazioni su saldi e giacenze medie del patrimonio mobiliare dei componenti il nucleo familiare. Dal 1° settembre 2018 la DSU precompilata rappresenterà l’unica modalità di presentazione possibile e sarà valida dal momento della presentazione fino al successivo 31 agosto.

i requisiti: residenza e soggiorno
– cittadini italiani
– cittadini comunitari
– familiari di cittadini italiani o comunitari, non aventi la cittadinanza in uno Stato membro, titolari del diritto di soggiorno o diritto di soggiorno permanente
– cittadini stranieri in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo
– titolari di protezione internazionale (asilo politico, protezione sussidiaria) che siano residenti in Italia da almeno due anni al momento della presentazione della domanda

requisiti familiari
– figli minorenni
– figli (anche maggiorennni) con disabilità
– donne in stato di gravidanza
– componenti del nucleo familiare disoccupati che abbiano compiuto i 55 anni di età

requisiti economici
I beneficiari sono individuati anche sulla base dell’ISEE e delle sue componenti reddituali e patrimoniali. Per accedere al REI, infatti, il nucleo familiare deve essere in possesso congiuntamente:
– di un valore ISEE in corso di validità non superiore a 6 mila euro, da dichiarare attraverso una Dichiarazione Sostitutiva Unica precompilata (modificabile, sul modello del 730 precompilato)
– di un valore ISRE (l’indicatore reddituale dell’ISEE diviso la scala di equivalenza) non superiore a 3 mila euro
– di un valore del patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a 20 mila euro
– di un valore del patrimonio mobiliare (depositi, conti correnti) non superiore a 10 mila euro (ridotto a 8 mila euro per la coppia e a 6 mila euro per la persona sola).

Non può accedere al REI chi:
– percepisce prestazioni di assicurazione sociale per l’impiego (NASpI) o di altro ammortizzatore sociale di sostegno al reddito in caso di disoccupazione involontaria
– possiede autoveicoli e/o motoveicoli immatricolati la prima volta nei 24 mesi antecedenti la richiesta (sono esclusi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità)
– possiede navi e imbarcazioni da diporto (art.3, c.1, d.lgs. 171/2005)

Modalità presentazione domanda
La domanda di REI deve essere presentata al Comune o altri punti di accesso, identificati dal Comune stesso, sulla base del modello di domanda predisposto dall’INPS.

Riconoscimento del REI
Il Comune comunica all’Inps, entro quindici giorni lavorativi dalla data della richiesta del REI e nel rispetto dell’ordine cronologico di presentazione, attraverso le modalità telematiche predisposte dall’Istituto, le informazioni contenute nel modulo di domanda del REI, inclusive del codice fiscale del richiedente.

Il Comune verifica:
– i requisiti di residenza e di soggiorno di cui all’art. 3, comma 1, lettera a), del decreto legislativo, comunicandone l’esito, attraverso le medesime modalità di trasmissione delle domande, non oltre i quindici giorni lavorativi dalla richiesta del REI
– in caso sia stata indicata in sede di domanda, la sussistenza del requisito familiare di cui all’art.3, comma 2, lettera c), del decreto legislativo, relativo alla presenza di una donna in condizione di gravidanza accertata, come risultante da idonea documentazione medica rilasciata da Struttura pubblica attestante lo stato di gravidanza e la data presunta del parto.

L’Inps verifica:
– entro cinque giorni lavorativi dalla trasmissione della domanda, il possesso dei requisiti per l’accesso al REI, sulla base delle informazioni disponibili nei propri archivi e in quelli delle amministrazioni collegate.

In caso di esito positivo delle verifiche di competenza del Comune e dell’Inps, il REI è riconosciuto dall’Istituto condizionatamente alla sottoscrizione del progetto personalizzato, eventualmente nelle forme del patto di servizio o del programma di ricerca intensiva di occupazione.
Il riconoscimento condizionato del beneficio è comunicato dall’Inps al Comune entro 5 giorni dalla comunicazione delle informazioni contenute nel modulo di domanda di REI da parte del Comune.

SIA e REI
Si ricorda che, ai sensi dell’art.17 del d.lgs. 147/2017, dal 1° gennaio 2018 il sostegno all’inclusione attiva (SIA) non è più riconosciuto. Poiché il riconoscimento del beneficio decorre dal bimestre successivo a quello di presentazione della domanda, successivamente al 31 ottobre 2017 le domande di SIA non possono più essere presentate.

Per coloro che hanno presentato domanda di SIA entro il 31 ottobre 2017, per i quali, quindi, il beneficio sia stato riconosciuto in data anteriore al 1° gennaio 2018, la prestazione SIA continua ad essere erogata per la durata e secondo le modalità stabilite dal decreto attuativo.

I predetti percettori del SIA, se in possesso dei requisiti per la richiesta del REI ai sensi dell’art.3 del d.lgs. 147/2017, possono richiedere la trasformazione del SIA in REI, fatta salva la fruizione del beneficio maggiore.

In tal caso, la durata del beneficio economico del REI prevista dall’art. 4, comma 5, è corrispondentemente ridotta del numero di mesi per i quali si è goduto del SIA, restando salvo l’adeguamento del progetto personalizzato, se necessario.

Carta acquisti
si evidenzia che, ai sensi dell’art.18 del d.lgs. 147/2017, dal 1° gennaio 2018 ai nuclei familiari con componenti minorenni beneficiari della carta acquisti che abbiano fatto richiesta del REI, il beneficio economico connesso al REI è erogato sulla medesima carta, assorbendo integralmente il beneficio della carta acquisti eventualmente già riconosciuto.

domanda REI
comunicazione eventi durante REI

Spazio sicura, salute, depressione post-partum: come prevenirla, conoscerla, sconfiggerla

by ufficio comunicazione on

Conferenza informativa alla quale possono partecipare le donne in attesa, le neo-mamme, i loro partner, i familiari e gli operatori sanitari interessati.

Appuntamento ad Olbia – Ospedale Giovanni Paolo II, Aula Formazione, secondo piano.

Previsti i seguenti appuntamenti:
28 novembre 2017 – ore 16:30
13 febbraio 2018 – ore 16:30
10 aprile 2018 – ore 16:30
26 giugno 2018 – ore 17

Per informazioni e iscrizioni:
spaziosicura@aslolbia.it
0789 552403 (il lunedì dalle ore 9.00-10.30)
0789 552660 (martedì, mercoledì e giovedì ore 9.00-13.00)

Zona artigianale di Liscia Culumba: venti nuovi lotti disponibili per gli imprenditori. Il bando per l’assegnazione delle aree del PIP (piano insediamenti produttivi) scade il 27 dicembre

by ufficio comunicazione on

Pubblicato il bando per l’assegnazione delle aree P. I. P, piani insediamenti produttivi zona industriale Liscia Culumba: domanda entro il 27 dicembre 2017

I lotti sono in vendita al prezzo di 83,61 euro al metro quadro.

«Il bando per l’assegnazione delle aree del Piano per gli insediamenti produttivi (Pip) è indispensabile per un nuovo rilancio del settore – commenta il commissario straordinario Mario Carta –. L’interesse generale del Comune è quello di vendere i lotti per favorire, nel rispetto delle norme, le iniziative imprenditoriali”.

Le domande saranno valutate in base al regolamento che fissa criteri e punteggi. L’individuazione dei lotti da assegnare sarà effettuata dalla commissione accorpando i settori produttivi omogenei per attività e dimensione aziendale.
Le domande vanno presentate entro le 13 del prossimo 27 dicembre.

Per informazioni: settore lavori pubblici, 0789.770851