Regione Autonoma della Sardegna

Archivio

Lavori pubblici, affidamento sostituzione (fornitura in opera) infissi esterni del centro di documentazione del territorio: aperta manifestazione d’interesse

by ufficio comunicazione on

Pubblicato all’albo pretorio l’avviso relativo all’affidamento della sostituzione (fornitura in opera) degli infissi esterni in alluminio nel centro di documentazione del territorio di Palau. Termine della presentazione per la manifestazione d’interesse: ore 13 del 18.12.2017

Mostra itinerante “Sardegna Foreste, i tesori di un’Isola”: presentazione candidature entro l’8 gennaio

by ufficio comunicazione on

Aperte le candidature, a soggetti pubblici e privati, per ottenere l’allestimento della mostra itinerante dell’Agenzia Forestas. Domanda entro l’8 gennaio 2018

Per informazioni:
– Sportello Ufficio per le Relazioni con il Pubblico: Odilia Caredda (tel. 070.2799299 – mail ocaredda@forestas.it)
– Responsabile del procedimento: Alberto Atzori (tel. 070.2799215 – mail albatzori@forestas.it)
– Responsabile Ufficio Comunicazione: Alessio Saba (tel. 070.2799325 – mail asaba@forestas.it)

18app: sei del ’99? Per te 500 euro da spendere in cinema, concerti, libri, teatro e corsi di musica. Registrazione per il Bonus Cultura fino al 30 giugno 2018. Info per gli esercenti

by ufficio comunicazione on

E’ una iniziativa del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e della Presidenza del Consiglio dei Ministri dedicata a promuovere la cultura.
Il programma è destinato a chi compie 18 anni nel 2017.

Permette di ottenere 500 euro da spendere in cinema, musica, concerti, eventi culturali, libri, musei, monumenti e parchi, teatro e danza, corsi di musica, di teatro o di lingua straniera.

Alcuni esempi:
– abbonamento a Spotify
– acquisto di ebook, audiolibri, musica dalle piattaforme online (come laFeltrinelli.it o amazon.it)
– abbonamento alla stagione teatrale del CEDAC Sardegna
– esercenti abilitati (ecco dove)

C’è tempo fino al 30 giugno 2018 per registrarsi a 18app e fino al 31 dicembre 2018 per spendere il Bonus Cultura.

Come si spende il Bonus Cultura ?
si accede a 18app con la tua identità digitale (SPID): registrati e inizia a creare buoni fino a 500 euro.
Verifica il prezzo dei beni che vuoi acquistare e genera il buono. Potrai salvarlo sul tuo smartphone o stamparlo e utilizzarlo dagli esercenti fisici e online aderenti all’iniziativa.

Sei un esercente ?
Registrati o accedi a 18app: oltre 500.000 diciottenni hanno 500 euro da spendere in cultura.

18app

 

Assistenza domiciliare per anziani e disabili ed assistenza scolastica di base per studenti disabili: al via la procedura aperta per l’affidamento dei servizi

by ufficio comunicazione on

Pubblicato il bando per l’affidamento dei servizi di assistenza domiciliare per anziani e disabili ed assistenza scolastica di base per studenti disabili (36 mesi).
Termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione: ore 13 dell’11.12.2017

FAQ DEL 04.12.2017 – assistenza domiciliare e scolastica

Povertà, parte il Reddito di Inclusione (REI): istruzioni Inps e modulo di domanda da presentare in Comune dal 1° dicembre 2017

by ufficio comunicazione on

Con circolare n.172/2017 del 22 novembre, l’Inps illustra la misura di contrasto alla povertà, introdotta dal D.Lgs. n. 147/2017, chiamata Reddito di inclusione (REI). Contestualmente, è disponibile il modulo di domanda da presentare in Comune o negli altri punti di accesso.

Il REI è riconosciuto se i richiedenti rientrano nei requisiti e aderiscono a un “Progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa finalizzato all’affrancamento dalla condizione di povertà”.

Il progetto è avviato dal Comune di residenza del richiedente. Deve essere sottoscritto dai componenti il nucleo familiare entro 20 giorni lavorativi dalla data in cui è stata effettuata l’analisi preliminare.

cos’è e a chi si rivolge
– l’assegno mensile, da € 187,50 (un solo componente) a € 485,41 (cinque componenti), cancella il SIA (sostegno all’inclusione attiva) e Asdi (assegno di disoccupazione)
– la domanda si presenta al Comune di residenza dal 1° dicembre 2017, compilando il modello fornito dall’Inps
– la misura si rivolge ai nuclei familiari in condizione di povertà e si articola in: beneficio economico erogato con carta elettronica “carta REI” e beneficio di servizi alla persona
– il REI è erogato al massimo per 18 mesi e può essere rinnovato per ulteriori 12 mesi solo dopo che siano trascorsi almeno 6 mesi dalla precedente fruizione
– da gennaio 2018, la DSU (dichiarazione sostitutiva unica) sarà precompilata con tutte le informazioni disponibili in anagrafe tributaria, catasto, archivi Inps e informazioni su saldi e giacenze medie del patrimonio mobiliare dei componenti il nucleo familiare. Dal 1° settembre 2018 la DSU precompilata rappresenterà l’unica modalità di presentazione possibile e sarà valida dal momento della presentazione fino al successivo 31 agosto.

i requisiti: residenza e soggiorno
– cittadini italiani
– cittadini comunitari
– familiari di cittadini italiani o comunitari, non aventi la cittadinanza in uno Stato membro, titolari del diritto di soggiorno o diritto di soggiorno permanente
– cittadini stranieri in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo
– titolari di protezione internazionale (asilo politico, protezione sussidiaria) che siano residenti in Italia da almeno due anni al momento della presentazione della domanda

requisiti familiari
– figli minorenni
– figli (anche maggiorennni) con disabilità
– donne in stato di gravidanza
– componenti del nucleo familiare disoccupati che abbiano compiuto i 55 anni di età

requisiti economici
I beneficiari sono individuati anche sulla base dell’ISEE e delle sue componenti reddituali e patrimoniali. Per accedere al REI, infatti, il nucleo familiare deve essere in possesso congiuntamente:
– di un valore ISEE in corso di validità non superiore a 6 mila euro, da dichiarare attraverso una Dichiarazione Sostitutiva Unica precompilata (modificabile, sul modello del 730 precompilato)
– di un valore ISRE (l’indicatore reddituale dell’ISEE diviso la scala di equivalenza) non superiore a 3 mila euro
– di un valore del patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a 20 mila euro
– di un valore del patrimonio mobiliare (depositi, conti correnti) non superiore a 10 mila euro (ridotto a 8 mila euro per la coppia e a 6 mila euro per la persona sola).

Non può accedere al REI chi:
– percepisce prestazioni di assicurazione sociale per l’impiego (NASpI) o di altro ammortizzatore sociale di sostegno al reddito in caso di disoccupazione involontaria
– possiede autoveicoli e/o motoveicoli immatricolati la prima volta nei 24 mesi antecedenti la richiesta (sono esclusi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità)
– possiede navi e imbarcazioni da diporto (art.3, c.1, d.lgs. 171/2005)

Modalità presentazione domanda
La domanda di REI deve essere presentata al Comune o altri punti di accesso, identificati dal Comune stesso, sulla base del modello di domanda predisposto dall’INPS.

Riconoscimento del REI
Il Comune comunica all’Inps, entro quindici giorni lavorativi dalla data della richiesta del REI e nel rispetto dell’ordine cronologico di presentazione, attraverso le modalità telematiche predisposte dall’Istituto, le informazioni contenute nel modulo di domanda del REI, inclusive del codice fiscale del richiedente.

Il Comune verifica:
– i requisiti di residenza e di soggiorno di cui all’art. 3, comma 1, lettera a), del decreto legislativo, comunicandone l’esito, attraverso le medesime modalità di trasmissione delle domande, non oltre i quindici giorni lavorativi dalla richiesta del REI
– in caso sia stata indicata in sede di domanda, la sussistenza del requisito familiare di cui all’art.3, comma 2, lettera c), del decreto legislativo, relativo alla presenza di una donna in condizione di gravidanza accertata, come risultante da idonea documentazione medica rilasciata da Struttura pubblica attestante lo stato di gravidanza e la data presunta del parto.

L’Inps verifica:
– entro cinque giorni lavorativi dalla trasmissione della domanda, il possesso dei requisiti per l’accesso al REI, sulla base delle informazioni disponibili nei propri archivi e in quelli delle amministrazioni collegate.

In caso di esito positivo delle verifiche di competenza del Comune e dell’Inps, il REI è riconosciuto dall’Istituto condizionatamente alla sottoscrizione del progetto personalizzato, eventualmente nelle forme del patto di servizio o del programma di ricerca intensiva di occupazione.
Il riconoscimento condizionato del beneficio è comunicato dall’Inps al Comune entro 5 giorni dalla comunicazione delle informazioni contenute nel modulo di domanda di REI da parte del Comune.

SIA e REI
Si ricorda che, ai sensi dell’art.17 del d.lgs. 147/2017, dal 1° gennaio 2018 il sostegno all’inclusione attiva (SIA) non è più riconosciuto. Poiché il riconoscimento del beneficio decorre dal bimestre successivo a quello di presentazione della domanda, successivamente al 31 ottobre 2017 le domande di SIA non possono più essere presentate.

Per coloro che hanno presentato domanda di SIA entro il 31 ottobre 2017, per i quali, quindi, il beneficio sia stato riconosciuto in data anteriore al 1° gennaio 2018, la prestazione SIA continua ad essere erogata per la durata e secondo le modalità stabilite dal decreto attuativo.

I predetti percettori del SIA, se in possesso dei requisiti per la richiesta del REI ai sensi dell’art.3 del d.lgs. 147/2017, possono richiedere la trasformazione del SIA in REI, fatta salva la fruizione del beneficio maggiore.

In tal caso, la durata del beneficio economico del REI prevista dall’art. 4, comma 5, è corrispondentemente ridotta del numero di mesi per i quali si è goduto del SIA, restando salvo l’adeguamento del progetto personalizzato, se necessario.

Carta acquisti
si evidenzia che, ai sensi dell’art.18 del d.lgs. 147/2017, dal 1° gennaio 2018 ai nuclei familiari con componenti minorenni beneficiari della carta acquisti che abbiano fatto richiesta del REI, il beneficio economico connesso al REI è erogato sulla medesima carta, assorbendo integralmente il beneficio della carta acquisti eventualmente già riconosciuto.

domanda REI
comunicazione eventi durante REI

Spazio sicura, salute, depressione post-partum: come prevenirla, conoscerla, sconfiggerla

by ufficio comunicazione on

Conferenza informativa alla quale possono partecipare le donne in attesa, le neo-mamme, i loro partner, i familiari e gli operatori sanitari interessati.

Appuntamento ad Olbia – Ospedale Giovanni Paolo II, Aula Formazione, secondo piano.

Previsti i seguenti appuntamenti:
28 novembre 2017 – ore 16:30
13 febbraio 2018 – ore 16:30
10 aprile 2018 – ore 16:30
26 giugno 2018 – ore 17

Per informazioni e iscrizioni:
spaziosicura@aslolbia.it
0789 552403 (il lunedì dalle ore 9.00-10.30)
0789 552660 (martedì, mercoledì e giovedì ore 9.00-13.00)

Salute, depressione post-partum: come prevenirla e curarla. Al via il progetto PLUS della ATS di Olbia.

by ufficio comunicazione on

Operativo il progetto finanziato con i fondi PLUS della programmazione 2014-2015. Prevede iniziative di prevenzione, screening e individuazione precoce del rischio depressivo nella gravidanza e nel puerperio. Il supporto alla salute psicologica della madre, del bambino e della coppia genitoriale sarà fornito, in forma decentrata, nel territorio del distretto socio sanitario di Olbia.

La referente del progetto è la dr.ssa Ghiani, dirigente psicologa del consultorio familiare di Olbia.

Per info:

Consultorio Familiare di Olbia
primo piano, struttura sanitaria San Giovanni di Dio
ingresso da via Borromini
tel. 0789 552680
fax 0789 552681
e-mail: consultori@aslolbia.it
per appuntamento: martedì e giovedì, ore 08.30 – 13.00

Direzione ASSL Olbia
Via Bazzoni Sircana, 2 – 2 A
07026 Olbia
Tel 0789/552200
Fax 0789 552148/195
direzione.aziendale@aslolbia.it
www.aslolbia.il

T.A.R.I., tributo sui rifiuti. Il Comune di Palau ha calcolato correttamente gli importi dovuti: nessuna duplicazione della quota variabile della tariffa

by ufficio comunicazione on

A seguito delle notizie apparse sulla stampa, il Commissario straordinario ha verificato, con gli operatori dell’ufficio tributi, che le criticità rilevate nel calcolo della Tari non riguardassero il Comune di Palau.

In esito a tale confronto non è emerso alcun errore nella metodologia di calcolo. In particolare, non è stata applicata alcuna duplicazione della quota variabile della tariffa: gli avvisi di pagamento recapitati ai contribuenti sono quindi corretti.

L’ufficio tributi del Comune ha applicato, fin dall’istituzione della Tari nel 2014, il criterio alternativo di determinazione della tariffa (art.1, comma 652, della Legge n. 147/2013).
Prevede che il Comune può: “commisurare la tariffa alle quantità e qualità medie ordinarie di rifiuti prodotti per unità di superficie, in relazione agli usi e alla tipologia delle attività svolte nonché al costo del servizio sui rifiuti. Le tariffe per ogni categoria o sottocategoria omogenea sono determinate dal comune moltiplicando il costo del servizio per unità di superficie imponibile accertata, previsto per l’anno successivo, per uno o più coefficienti di produttività quantitativa e qualitativa di rifiuti”.

In sintesi:
– la tariffa applicata, nella parte “fissa” e in quella “variabile”, è commisurata alla superficie tassabile, in metri quadrati, dell’abitazione e delle pertinenze. Risulta solo leggermente incrementata sulla base del numero degli occupanti dell’abitazione;
– l’adozione di questo criterio di commisurazione della tariffa evita, in via assoluta, il rischio del verificarsi di duplicazioni nell’applicazione della quota variabile;
– nelle bollette non ci sono duplicazioni di tassazione o addebiti ingiustificati, nel rispetto della disciplina dettata dalla Legge n. 147 (art. 1, commi 639 e seguenti) del 27 dicembre 2013.

Teatro Montiggia, ripartono i fine settimana al cinema. Le migliori pellicole della stagione, selezionate dall’Associazione culturale Ariele. Sabato 2 e domenica 3 dicembre il via con The Place di Paolo Genovese

by ufficio comunicazione on

Sarà l’Associazione culturale Ariele di La Maddalena a gestire il servizio di proiezioni cinematografiche nel complesso Montiggia per le prossime tre stagioni.
L’affidamento, avvenuto a seguito di indagine di mercato, prevede l’utilizzo del cineteatro e dello spazio esterno, l’adiacente arena Effetto Notte, durante il periodo estivo.

Le pellicole saranno programmate prevalentemente nei fine settimana, festivi e prefestivi, dal 1° dicembre al 30 giugno e dal 15 settembre al 30 novembre.
Qualche pausa, legata a temporanei problemi di carattere tecnico, potrebbe aversi per le difficoltà che si riscontrano nel reperire film di successo nei piccoli centri. Il biglietto di ingresso non subirà variazioni: resta € 7,00.

Si comincia sabato 2 dicembre (ore 21) e domenica 3 (ore 18), con The Place, il nuovo film di Paolo Genovese.

Un misterioso protagonista, ospite abituale di un locale dove se ne sta seduto, giorno e notte, al tavolo in fondo. Chi è quell’uomo?.
Al suo tavolo riceve visitatori. Ognuno di loro ha un desiderio profondo, difficile da realizzare. L’uomo è pronto a esaudire le loro richieste in cambio di alcuni compiti da svolgere.
Quanto saranno disposti a spingersi oltre i protagonisti per realizzare i loro desideri?
A sedersi davanti al personaggio interpretato da Valerio Mastandrea, troviamo Marco Giallini, Alba Rohrwacher, Vittoria Puccini, Rocco Papaleo, Silvio Muccino, Silvia D’Amico, Vinicio Marchioni, Alessandro Borghi, Sabrina Ferilli e Giulia Lazzarini.

________________________________
Per informazioni
sulla programmazione:

Cine Teatro Montiggia: facebook – 0789.707025 (ufficio turismo)

Associazione culturale Ariele: facebook – 329 395 2297